martedì 22 gennaio 2008

SoLo PeR mE



Oggi fantastica giornata, con questo tempo ha proprio tutto un sapore diverso. Tornare a casa ed avere solo voglia di fare fotografie è una sensazione unica. Buttarle poi via tutte tranne una non ha assolutamente pari. La luna è piena e fantastica. Io oggi ho deciso di non mettermi il cappotto. C'era un tempo troppo bello. Così ho messo il mio poncho di lana. Ho bevuto un ottimo caffè nel mio bar di fiducia. Oggi ho fermato due bambini dopo il doposcuola e sono orgogliosa di averlo fatto, e di quello che ho detto. Mi sono fermata a fare 4 chiacchiere col signor Giancarlo del negozio di camicie. E appena tornata a casa ho preso la macchina fotografica. Mio papà stava tagliando le zucchine...che strano. Credo che oramai ne sia fortemente drogato. Io oggi ho ripreso a cantare a squarciagola per la casa inventandomi le mie mille seconde voci. Come sogno un gruppo acustico....mamma mia....


La giornata di oggi mi ha fatto pensare a questo libro. A questo passo. "La luna e i falò" di Cesare Pavese. Oggi, finalmente, i muri di questa mia casa tornano miei.

"C'è una ragione perché sono tornato in questo paese, qui e non invece a Canelli, a Barbaresco o in Alba. Qui non ci sono nato, è quasi certo; dove son nato non lo so; non c'è da queste parti una casa né un pezzo di terra né delle ossa ch'io possa dire « ecco cos'ero prima di nascere ». Non so se vengo dalla collina o dalla valle, dai boschi o da una casa di balconi."

2 commenti:

skye ha detto...

"la luna e il falò"..io ho dato un esame su quel libro..bello..
mi piacerebbe ogni tanto uscire con te, il bel tempo, e la tua voglia di fare foto..
mi piace l'idea..
buon altre mille giornate così..

mery ha detto...

non dirlo a me!
basta che mi dici un giorno che puoi ed io ci sono!!!!