giovedì 20 dicembre 2007

PeR vOi....Da Me-Ry....


video


Questo l'ho fatto io per le mie piccoline. oggi per me è una giornata importante, quasi di rinsacita. Anche se non è stato affatto facile. Ho dato già qualche regalo. Ho visto con i miei bimbi un bellissimo film, che ogni volta mi fa piangere "Rosso come il cielo". Ho mangiato cibo giapponese. Bevuto dell'ottimo Falanghina. Ho un bellissimo paio di calze antiscivolo e un nuovo quadretto in camera. Abbiamo preso un diretto per Saronno. Noi tre siamo proprio forti. Tre babbe sì. Buona notte, grazie. Sì..Grazie. Un dono...già.

mercoledì 19 dicembre 2007

La LuCe E' dOnO

video

Questo l'ha fatto quella babba della Simo.Però a me piace da impazzire. Poi il titolo è molto natalizio. Brava.

lunedì 17 dicembre 2007

fLoReNcE

Firenze è stupenda. Le luci, l'atmosfera, i mercatini. Sarebbe troppo elencare tutto quello che è stato. E non so nemmeno se voglio proprio farlo. Ho bisogno che diventi leggermente privato. Qualcosa che non mi possa essere rivolto contro. E' stata qualcosa di magnifico. In ogni suo profumo, respiro, tocco...in ogni suo bacio. In ogni piccolo sguardo. Stupenda. E tra poco è Natale, preparo gli ultimi regali e piccoli pensierini per i miei bimbi. Organizzo menù per cenoni, penso a dolci da fare. Io penso penso penso e canto. Non c'è periodo in cui mi piaccia farlo più di questo. Intanto vedo la mia prima neve di quest'anno. Romantica.
Dolce, non sei lontana, quei giorni sono nelle mie tasche quando voglio. Quel tutto, di continuo, quel ridere, quel sorridere di cuore. Nulla è lontano per me. E' tutto qui nei miei pugni. Sorridi.

martedì 11 dicembre 2007

NaTaLe

Tra poco arriva Natale, a me sembra già di esserci in pieno. Anche se per ora il mio pensiero è rivolto ad altro. Sto bene, forse perchè questo viaggio lo abbiamo atteso per un anno praticamente ed ora sarà realtà. Forse perchè io Firenze la sognavo da un po', come sogno Parigi del resto, è qualcosa che non si spiega. Domani è il tuo compleanno ed io faccio un po' la cuoca con la tua mamma. =) E poi sarà Natale quasi d'improvviso ed io sono contenta così, regali che mi mancano da fare pochi...saranno quattro in tutto...
E così quest'anno torno a fare dei regali che in realtà non ho mai voluto smettere di fare. Già, così semplicemente. Poi le cene in famiglia, e tutte quelle cose semplici che io adoro, come quando di venerdì sera ci ritroviamo noi con mamma e papà a giocare a Trivial, e papà non ne sa mai una, così gli diamo una laurea per pietà e Giby che vuole sempre leggere le domande e non ci riesce mai. Sono stati giorni intensi, io mi specializzo nella preparazione dei Cupcakes, dopo quelli al cioccolato, anche quelli al limone con glassa alla cannella. Buonissimi.
Al lavoro i bambini sono matti, mi scrivono le letterine per farsi perdonare se hanno fatto casino tutta la lezione, mi dicono che la mia voce quando grido è insopportabile, sono convinti che io sia fidanzata con Marco e che lo tradisca con Andrea, Simone ad un certo punto, mentre cercava di leggere una tabella di Maria Chiara, mi guarda e mi fa: "Professoressa, bisogna che io mi ripassi bene l'alfabeto perchè lettere del genere io non le ho mai viste!". Sono belli e credo che durante le vacanze mi mancheranno abbastanza. E poi ste vacanze di Capodanno saranno bellissime. Tranne per te, ma in qualsiasi luogo noi siamo comunque vicini. Come quando ho bisogno di coccole e mi rinchiudo nell'abbraccio del tuo cappotto. Come in quegli sguardi solo nostri che solo noi possiamo comprendere. Come in quel bacio di quando scendo dalla macchina. Auguri amore mio.

giovedì 6 dicembre 2007

CaDe La PiOgGiA


No. In realtà no. Fa solo male la gola.
Ma sono felice. Domani e sabato metto le luci fuori di casa.
Quest'anno decido io.
Grazie del passaggio in macchina e della chiacchierata.
Anche se non lo leggerai mai.
C'è questa canzone che promette bene. E' già una delle mie preferite.
I sogno i nostri duetti. La nostra brillante carriera. =)
In macchina siamo fortissimi. E quando ho la febbre mi sgami sempre.
Beh...eccola. Splendida

Cade la pioggia e tutto lava cancella le mie stesse ossa
Cade la pioggia e tutto casca e scivolo sull’acqua sporca
Si, ma a te che importa poi rinfrescati se vuoi questa mia stessa pioggia sporca
Dimmi a che serve restare lontano in silenzio a guardare la nostra passione che muore in un angolo e
non sa di noi non sa di noi non sa di noi
Cade la pioggia e tutto tace lo vedi sento anch’io la pace
Cade la pioggia e questa pace è solo acqua sporca e brace c’è aria fredda intorno a noi
abbracciami se vuoi questa mia stessa pioggia sporca
Dimmi a che serve restare lontano in silenzio a guardare la nostra passione che muore in un angolo
E dimmi a che serve sperare se piove e non senti dolore come questa mia pelle
che muore che cambia colore che cambia l’odore
Tu dimmi poi che senso ha ora piangere piangere addosso a me che non so difendere questa mia brutta pelle
così sporca tanto sporca com'è sporca questa pioggia sporca
Si ma tu non difendermi adesso tu non difendermi adesso tu non difendermi piuttosto torna a fango
si ma torna
E dimmi che serve restare lontano in silenzio a guardare la nostra passione non muore ma cambia colore
tu fammi sperare che piove e senti pure l’odore di questa mia pelle che è bianca e non vuole il colore non vuole il colore no.. no..
La mia pelle è carta bianca per il tuo racconto
scrivi tu la fine io sono pronto
non voglio stare sulla soglia della nostra vita
guardare che è finita
nuvole che passano e scaricano pioggia
come sassi e ad ogni passo noi dimentichiamo i nostri passi
la strada che noi abbiamo fatto insieme
gettando sulla pietra il nostro seme
a ucciderci a ogni notte dopo rabbia
gocce di pioggia calde sulla sabbia amore,
amore mio questa passione
passata come fame ad un leone dopo che ha divorato la sua preda
ha abbandonato le ossa agli avvoltoi
tu non ricordi ma eravamo noi
noi due abbracciati fermi nella pioggia
mentre tutti correvano al riparo
e il nostro amore è polvere da sparo
il tuono è solo un battito di cuore
e il lampo illumina senza rumore
e la mia pelle è carta bianca per il tuo racconto
ma scrivi tu la fine io sono pronto

lunedì 3 dicembre 2007

aFoNiA


Io non ho proprio un filo di voce.
Ma mi piace anche così, fanno il latto caramellato solo per me.
Mi fa male il collo.
Mi fanno male gli adominali, tutto.
Ma sono contenta.
Per le riunioni di famiglia,
per i filmini che mi fanno sorridere.
Per me e per te che partiremo.
Perchè ho trovato i regali per i miei amici.