sabato 28 luglio 2007

Alla stazione


Alla stazione di solito si aspetta il treno. Già...è quello che sto facendo io oggi. Mi è mancato troppo il posto che finalmente raggiungerò domani, e non mi sembrano proprio passati due anni dall'ultima volta, ricordo ogni tua via come se fosse ieri, ricordo il profumo delle tue strade, ricordo il tuo mare, la tua gente. ricordo assolutamente tutto di te. anche ciò che non era strettamente legato alla tua geografia. Ricordo come mi piace andare in giro senza meta per i tuoi vicoli, ricordo ancora come si guarda il tramonto sul muretto del lungo mare, ricordo lo yogurt, il corso la notte, il vecchio castello, una foto particolare al faro, la piazza della chiesa, e non vedo l'ora di mostrarti tutto questo, il mio paradiso. Quel posto che con Dublino si strappa il mio cuore a morsi. Non vedo l'ora. Faccio doni per i miei uomini, scrivo. Ci sono ancora molte cose che dovrei ascoltare, molte altre che dovrei dire, ma parto. E anche se a una settimana senza di te non sono più abituata, sono felice.

Vado, vi penserò tutti e non è una frase fatta. Scriverò ancora, solo che non potrete leggere, ma le parole non vanno mai in vacanza.

Farewell a tutti..

1 commento:

il kala ha detto...

Buon viaggio Mery!!!

Che fortuna,vai al mare...possiamo dire che vai a casa tua quindi.

Grazie per la chiacchierata di oggi,ci sono ancora molte cose che vorrei dirti...ma ora va e unisciti al tuo elemento e sorridi...sorridi di cuore.

un bacio ciao!!!