domenica 27 aprile 2008

Sotto le scarpe

E' come se tutto il mio corpo fosse lì. Sotto le mie scarpe.
E' come se la mia testa fosse lì. Sotto le mie scarpe.
Ho la pressione bassa. Sudo ad ogni parola che sento riecheggiare nel telefono.
Le lacrime mi bloccano la voce, che poi non c'è di suo.
Il cuore batte forte nel sentire quelle sei parole che compongono quella frase.
Sono stanca di sentirmi dire che ho un problema.
Sono stanca di parlare e di sentire gente che mi grida addosso.
Sono stanca di piangere.
Ora vado al lavoro e sono già stanca.
Preoccupata da morire per alcune cose che mi hai detto.
Sono stanca delle parole e delle frasi retoriche e del vittimismo.
Mi viene il vomito.

1 commento:

simosister ha detto...

mmm...che succede,mery?